martedì 25 luglio 2017

Dichiarazione dei redditi in Polonia: i redditi derivanti da speculazione finanziaria

Come sappiamo, entro il 30 Aprile dell'anno successivo chi ha accumulato reddito in Polonia è tenuto a fare la dichiarazione dei redditi.
Il programma da scaricare e la guida la trovate nel precedente articolo Dichiarazione dei Redditi in Polonia. Quello che descriveremo oggi è il modello PIT-38.
Sappiamo che il PIT-37 è il modello che compila il lavoratore che abbia percepito reddito come compenso: rientrano i contratti umowa o pracę, umowa o zlecenieumowa o dzieło. Il primo contratto è il tipico contratto da lavoratore subordinato. Il secondo ed il terzo sono contratti simili al nostro vecchio contratto a progetto.
Coloro che speculano in borsa acquistando azioni ed affini devono, oltre al regolare PIT-37, compilare anche il PIT-38.

Per quanto riguarda le obbligazioni, secondo i miei modesti studi la tassa del 19% è ritenuta alla fonte quindi non è necessario prenderle in considerazione. Lo stesso vale del resto per gli interessi maturati per le somme in fideiussione o per quei conti risparmio che pagano una percentuale al mese.
In tutti i casi, la banca provvede a trattenere alla fonte il 19% degli interessi maturati.

Ecco di seguito uno schema riassuntivo su come si compila il PIT-38.
Come leggiamo, per compilare tale documento è necessario avere, da parte della banca, il PIT-8C che contiene tutte le informazioni inerenti il reddito ottenuto tramite la speculazione.

Nel PIT-8C non confluiscono solitamente le obbligazioni, che sono conteggiate in un PIT separato e che, a mio avviso, non va tenuto in considerazione in quanto, per l'appunto, la banca ha già provveduto a trattenere alla fonte la tassa fissa del 19%.


Dopo aver inserito i dati contenuti nel PIT-8C, ovvero le entrate, la spesa totale e la tassa da pagare che ha il valore fisso di 19 euro apparirà automaticamente il valore da pagare.

Una domanda che spesso si pongono gli investitori: e se sono in perdita?
Conviene, se non è addirittura necessario, dichiarare anche le perdite a fine anno. Non si perde nulla - o meglio, si è già perso abbastanza - ma allo stesso tempo è possibile, l'anno successivo, inserire l'ultima perdita per detrarla da una possibile vincita.

Adsense Mobile